La bozza

La bozza

Un racconto di Giusi D’Urso
Illustrazione di Michele Rota

Entrare nelle storie degli altri lo esalta raramente; sebbene, deve ammetterlo, accedervi così, da una
porta accostata, gli provochi una sotterranea vibrazione. Ma sia chiaro, nessuna empatia. Anche il
giudizio resta sospeso. Osserva, legge, rilegge e corregge. Tutto qui.…

    La data

    La data

    Un racconto di Fiorella Malchiodi Albedi
    Illustrazione di Michele Rota

    Eppure quella data risuonava nella sua testa come se l’avesse ripetuta più e più volte, proprio per tema di dimenticarla, ma cosa poteva essere?

      Eva, 26 anni, 1 km di distanza

      Eva, 26 anni, 1 km di distanza

      Un racconto di Gabriele Orsi
      Illustrazione di Michele Rota

      Con Eva ci siamo visti una sola volta e non è andata granché.…

        Più e Meno

        Più e Meno

        Un racconto di Stefano Zampieri
        Illustrazione di Michele Rota

        La voce di un ingegnere che s’innamora. Quando le emozioni diventano solo tasti premuti, questioni di meccaniche, parole che comunicano senza corpo e che ne mimano la presenza dopo averlo soppresso. …

          Oltre il romanzo – L’invenzione degli animali, di Paolo Zardi

          Oltre il romanzo – L’invenzione degli animali, di Paolo Zardi

          A cura di Viola Bonaldi

          L’invenzione degli animali è uscito il 5 settembre 2019. Sono passati quasi otto mesi, un’eternità per i parametri del mercato editoriale. Proprio per questo abbiamo pensato fosse il momento di parlarne, fuori dall’hype del lancio e della novità, interpellando anche l’autore, Paolo Zardi. Ne è uscita una riflessione sui tempi dell’editoria, sulla comunicazione social dei libri, sul valore testimoniale e letterario delle recensioni. …

            La domenica sportiva

            La domenica sportiva

            Un racconto di Pietro Pancamo
            Illustrazione di Michele Rota

            Buon Gesù, autore dell’umanità squinternata che abita il mondo, ascolta il mio inchiostro e la mia voce: San Bifolco Primigenio era il tuo antico tempio, nonché luogo di culto, in cui noi contadini di Sant’Arello ci riunivamo per celebrare il mistero della morte e resurrezione.…

              Bergamo violenta: la fine degli anni Settanta in provincia

              Bergamo violenta: la fine degli anni Settanta in provincia

              Un reportage di Mirco Roncoroni
              Fotografie di Davide Volpi

              In coda agli anni Settanta, C. e F. sono due tra i militanti che di fronte al disorientamento politico, al riflusso e al dilagare dell’eroina, scelgono la violenza come strumento politico. “Compagni che sbagliano” si diceva allora. Vi proponiamo un reportage con dei frammenti delle loro storie, per riscoprire la Bergamo del biennio 1977-1979: una realtà provinciale, eppure inaspettatamente vivace.…

                Luperco

                Luperco

                Un racconto di Michele Paladino
                Illustrazione di Michele Rota

                Arrivammo a Lupara che si era nella canicola pomeridiana. L’occhio semichiuso di Berenice delle volte aveva un carattere impersonale, fatto di strizzatine del viso, smorfie inconsuete, sebbene il suo sguardo fosse infinitamente più antico, assopito e arrugginito del mio.…

                  “Cerca di non uccidere, se puoi” – Corrispondenza con Bobby Beausoleil

                  “Cerca di non uccidere, se puoi” – Corrispondenza con Bobby Beausoleil

                  Un reportage di Viola Bonaldi
                  Fotografie di Bobby Beausoleil

                  Bobby Beausoleil è uno dei più longevi ergastolani degli USA. Ha frequentato Charles Manson e la sua comune fino al 1969 quando, ventunenne, uccide un uomo e viene arrestato pochi giorni prima dell’eccidio di Cielo Drive. La notorietà che Manson e il suo caso hanno acquisito nel tempo ha contribuito a firmare una seconda condanna. Con lui abbiamo avuto una corrispondenza lunga tre anni. Per raccontarlo al di là di immaginari e sensazionalismi, come semplice essere umano.…

                    Breve studio su un destino mancato

                    Breve studio su un destino mancato

                    Un racconto di Antonio Iannone
                    Illustrazione di Michele Rota

                    Ciascun santo, prima che alle spoglie si sostituiscano reliquie e il nome verghi un giorno del calendario definito secondo un criterio che a noialtri privi di Vocazione non è dato conoscere, è stato, anche soltanto per un fatuo istante, un eretico.…